Didattica

Il Laboratorio Didattico del Museo della Ceramica della Tuscia


Dal 2001, grazie al contributo della Fondazione Carivit e al finanziamento concesso dalla Regione Lazio ai sensi della L.R. 42/1997 “Norme in materia di beni e servizi culturali del Lazio”, è aperto al pubblico il Laboratorio Didattico Scientifico Permanente del Museo della Ceramica della Tuscia.
Dotato delle attrezzature propedeutiche allo svolgimento di attività teorico-pratiche, di una piccola biblioteca specializzata nel settore della Ceramica e di una Frammentoteca, il Laboratorio promuove la conoscenza della Storia della Ceramica, della manipolazione dell’argilla e della decorazione ceramica.
Con il progressivo aumento dell’offerta culturale e didattica sul territorio provinciale, regionale ed extraregionale, il Museo della Ceramica della Tuscia ha ottenuto il prestigioso MARCHIO DI QUALITA’, riconoscimento regionale assegnato ai Musei appartenenti all’Organizzazione Museale Regionale (OMR)

“per la rilevanza delle collezioni, la continuità della programmazione culturale, l’impegno etico della missione, l’apertura al mondo della scuola, l’accuratezza degli allestimenti, l’eleganza delle architetture, la sapienza poetica nel mettere in mostra”.

Lo staff del Laboratorio Didattico


Lo staff del Laboratorio Didattico Scientifico Permanente del Museo della Ceramica della Tuscia è composto da un Responsabile dei Servizi Educativi e da due operatori, tutti in possesso del diploma di laurea in Conservazione dei Beni Culturali.
Il profilo professionale di ogni operatore è contraddistinto da percorsi formativi diversificati, da una specifica e consolidata esperienza nel campo della didattica museale, in particolare nella comunicazione delle tecniche ceramiche e dalla frequenza ai corsi di formazione promossi dal Laboratorio Didattico del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, finalizzati all’acquisizione del metodo “GIOCARE CON L’ARTE” ideato da Bruno Munari.
Dal 2004 il Laboratorio ha adottato questa specifica metodologia di apprendimento che utilizza il GIOCO GUIDATO, quale strumento privilegiato di conoscenza, dando vita ad un proprio progetto didattico denominato Manipolarte.

Manipolarte - Metodo in progress per un laboratorio creativo


Dal 2004 il Laboratorio Didattico del Museo della Ceramica della Tuscia ha iniziato a muovere i primi passi nel campo di una rinnovata didattica museale con il progetto Manipolarte. Esso rappresenta la somma della formazione e dell’esperienza appresa da Faenza e un nuovo spirito di frontiera per la didattica museale a Viterbo.
Vitale l’adozione un principio educativo volto a favorire:
- lo sviluppo e il consolidamento della creatività nel bambino mediante il gioco guidato;
- la sperimentazione sui materiali (argille) e la conoscenza delle tecniche (ceramiche);
- la mediazione di educatore (operatore museale), padrone della materia e conduttore del gioco.
L’attuazione di questo principio educativo ha permesso di:
- avvicinarsi alla mente e alla personalità del bambino, ai suoi interessi, ai suoi bisogni e alle sue capacità cognitive nelle attività di comunicazione e nel gioco;
- ripensare la figura dell’operatore didattico come una guida e un sostegno.
La partecipazione ai laboratori didattici Manipolarte:
- incentiva lo sviluppo della creatività nell’individuo, l’empatia, la libertà delle emozioni e lo sviluppo di capacità cognitive;
- favorisce la conoscenza delle proprie origini (l’arte in qualsiasi forma si esprime è insita nella natura umana);
- allena il senso critico e migliora l’attenzione;
- amplia il bagaglio culturale del bambino;
- consente di approfondire meglio le altre discipline scolastiche (storia, geografia, storia dell’arte,ecc) aiutando a comprenderne alcuni aspetti particolari;
- permette di osservarle da un punto di vista diverso;
- aiuta a riconoscere, apprezzare e preservare le opere d’arte;
- facilita la conoscenza di un mestiere d’arte e di artigianato al fine di poterlo esercitare in futuro;
- sviluppa la manualità fine;
- rallegra il bambino, soddisfa il genitore e incoraggia la nostra continuità didattica;
- è molto terapeutico. Permette di superare barriere comunicative e aiuta a sentirsi capaci di creare.

Laboratori Didattici "Manipolarte"

“Manipolarte” Laboratori Didattici (video)